End of Waste: approvata la legge di Delegazione Europea

end-of-wasteForse non è rimasto inascoltato l’appello alle istituzioni da parte del mondo imprenditoriale ed associativo, per sbloccare il riciclo dei rifiuti in Italia. Il primo ottobre 2019, è stato approvato l’art. 16 della Legge di Delegazione Europea, che contiene le disposizioni di delega necessarie per il recepimento delle direttive e degli altri atti dell’Unione Europea, e che così dispone:

“ e) riformare la disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto, in attuazione delle disposizioni dell’articolo 6 della direttiva 2008/98/CE, come modificato dall’articolo 1 numero 6), della direttiva (EU) 2018/851, nel rispettivo delle seguenti indicazioni:

  1. Disporre che le autorizzazioni in essere alla data di entrata in vigore del decreto legislativo attuativo della disciplina di cui alla presente lettera siano fatte salve e possano essere rinnovate, eventualmente anche al fine dell’adeguamento alle migliori tecnologie disponibili (BAT), unitamente alle autorizzazioni per le quali sia stata presentata l’istanza di rinnovo alla stessa data, nelle more dell’adozione dei decreti e nel rispetto dei criteri generali di cui all’articolo 184-ter del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, nonché nel rispetto delle condizioni di cui all’articolo 6 della direttiva 2008/98/CE, come modificato dalla direttiva (UE) 2018/851;
  2. Istituire presso il ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare un registro nazionale deputato alla raccolta delle autorizzazioni rilasciate ai sensi degli articoli 208, 209, 211, e quelle di cui al titolo III-bis della parte seconda del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152.

A questo punto, non resta altro che aspettare la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/18/Emendc/1093171/1119052/index.html